Top
Realtà capovolte
fade
21776
post-template-default,single,single-post,postid-21776,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Arts  / Realtà capovolte

Realtà capovolte

Shirin Abedinirad artista iraniana dall’animo profondo si è innamorata dell’arte degli specchi e dei riflessi e lavorando sulla geometria e sulla giustapposizione di questi elementi crea delle installazioni da lasciare basiti: generando come delle realtà capovolte.

I suoi specchi sovvertono le classiche regole e “creano” il cielo tra le dune di sabbia: per esempio l’installazione posta nel deserto centrale dell’Iran nel 2013, una opera di land art che utilizza i riflessi degli specchi per ricreare delle immaginarie piscine d’acqua tra la sabbia.

iDesignMe-shirin abedinirad-desert-mirror2

iDesignMe-shirin abedinirad-evocation2

Heaven on Earth è l’altro progetto che mi ha ammaliato di Shirin: realizzato nel Giugno 2014, a Treviso. L’utilizzo dello specchio anche qui mina le nostre conoscenze, mostrandoci come le prospettive che emergono da quegli elementi riflettenti sono distorte ed affascinanti.

iDesignMe-shirin abedinirad-treviso-specchi iDesignMe-shirin abedinirad-treviso

Secondo le ricerche dell’artista uno dei primi utilizzi dello specchio in architettura fu a Persepoli,  nel Tachara Palace, in cui grandi blocchi di pietre nere venivano lucidati sino a rendere le superfici riflettenti. Lei riprende questa nobile arte dandole ancora più valore e significato, soprattutto ribaltando il significato di specchio, come simbolo di vanità e di mera immagine riflessa… tutto dipende da come si osservano le cose!

 

Serena
Serena

<p>Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente… design!</p>

No Comments

Post a Comment