Top
Perdersi un giorno a Londra, parte 1: "Camden Town" - iDesignMe
fade
13302
post-template-default,single,single-post,postid-13302,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Cities  / London  / Perdersi un giorno a Londra, parte 1: “Camden Town”

Perdersi un giorno a Londra, parte 1: “Camden Town”

Mentre Serena, Carmen e Andrea si divertono come dei bambini dentro un negozio di caramelle a scovare nuove tendenze al “Mercato Bello” di Milano, io mi trovo a Londra, che ha ben pensato di accogliermi con temperature polari.
Ma appena spunta un po’ di sole mi armo di cellulare con fotocamera, borsa capiente e occhiali da sole e mi “fiondo” a spulciare tra i vari mercatini vintage, per poi passare al punk, rimanendo inebriata dall’odore che si sente di mille cucine diverse e rapita d’avanti a una musicista di strada che canta “What’s up”.


Così oggi, cari lettori, voglio parlarvi del primo mercato londinese che ho visitato a cui, se siete da queste parti, non potete assolutamente mancare! Se cercate un luogo dove comprare oggetti strani, libri usati, antiquariato, accessori particolari, vintage dagli anni 30’ ai 70’, abbigliamento usato, grunge, punk e all’avanguardia non potete non andare al famosissimo mercato di Camden Town. La cosa più sensazionale di Camden è sicuramente la gente che la frequenta: accanto a persone “ordinarie” incontrerete gente colorata, eccentrica, diversa per abbigliamento ed etnia che ostenta la propria stravaganza indossando strani cappelli, orecchie a punta e creste colorate. Io stessa ho provato i più disparati occhiali da sole e almeno 20 bowler hats!

Attrazione di tantissimi turisti (soprattutto nel fine settimana), è per eccellenza il luogo di incontro di giovani alternativi londinesi e stranieri dal 1970 ad oggi. Il mercato è grandissimo: si estende dalla stazione della metro di Camden Town a quella di Chalk Farm ed è tra i più famosi al mondo. Vicino le chiuse incontrerete il Camden Lock Market, dove si trovano opere di giovani artisti londinesi e artigianato etnico. Poi la Stables, che vende merce a prezzi stracciati e il club Electric Ballroom che vende gioielli e abiti usati. Vi perderete volentieri in una atmosfera quasi surreale: un mix di colori, di musiche di ogni genere, di odori di cucina cinese, italiana, thailandese, fish & chips e kebab… e dopo di ciò sarete finalmente pronti per godervi Londra a 360°. God save Camden Town!

Staff
Staff
No Comments

Post a Comment