Top
Perdersi un giorno a Londra, parte 2: "Brick Lane". - iDesignMe
fade
13607
post-template-default,single,single-post,postid-13607,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Cities  / London  / Perdersi un giorno a Londra, parte 2: “Brick Lane”.

Perdersi un giorno a Londra, parte 2: “Brick Lane”.

La mia coinquilina, conoscendo la mia passione per i mercatini, si è fatta segnalare un luogo che ho visitato domenica scorsa. Definirlo solamente un “mercatino “ però è estremamente riduttivo, perché Brick Lane è un mondo a parte!
Nel gergo di Londra, l’area di Brick Lane è conosciuta anche con il nome di “Bangla Town” data l’altissima concentrazione di immigrati sud-asiatici (dove ho promesso che porterò Andrea la prossima volta che verrà a trovarmi a Londra).

iDesignMe_BrickLane_3

Qui ci sono tra i migliori negozi vintage e tante bancarelle dell’usato. Se si arriva dalla mattina e “si spulcia” bene si riescono anche a trovare pezzi unici per pochi pound, ed è uno dei luoghi per eccellenza per giovani artisti e designer che espongono le proprie opere. Non manca il super affollamento di turisti durante il weekend (soprattutto italiani) e giovani creativi alla ricerca di ispirazioni e nuove tendenze. Il luogo è davvero caotico e anche qui gli odori di mille cucine ti inebriano e ti confondono, riuniti tutti in un unico mercato dedicato ai cibi di tutto il mondo (Italia, Spagna, Cina, Turchia… personalmente vi consiglio di assaggiare il burrito messicano!).

iDesignMe_BrickLane_7 iDesignMe_BrickLane_6

Oltre le mille bancarelle dell’usato di abbigliamento e accessori che incontrerete durante il vostro cammino, vi segnalo i negozietti che hanno maggiormente attirato la mia curiosità:
Rokit: è una miniera di tesori vintage. Se cercate abiti e accessori dagli anni 20 fino agli anni 80, anche in stile rock, è il posto che fa per voi. Rokit ha quattro negozi nelle sedi più cool di Londra (2 a Brick Lane, Candem Town e Covent Garden) e negli anni ha acquisito una certa attenzione da parte di stilisti e dei media, soprattutto dopo il crescente interesse per lo stile vintage. Se attualmente non riuscite a fare un salto a Londra ma volete fare acquisti eccentrici potete farlo attraverso il loro sito.

iDesignMe_BrickLane_2

Blondie (An Absolute Vintage Boutique): è secondo me tra i negozi più belli di vintage di Brick Lane e anche se all’interno del negozio non è consentito fare foto, rimarrete piacevolmente meravigliati dalla moltitudine di abiti, camicie, maglioni, gonne di pelle, borse e scarpe vintage. Io in particolare mi sono innamorata degli “abiti/meringa” in tulle e velluto, maxi spallone, coi corpetti tempestati di paillettes in stile “ballo della scuola di fine anno” degli anni 80 (avete presente Molly Ringwald in “Sixteen Candles” e “Pretty in Pink”? ecco, sembravano proprio quegli abiti!). Visitate www.absolutevintage.co.uk.

iDesignMe_BrickLane_1
Altri pezzi interessanti nei vari negozietti e bancarelle di Brick Lane sono del marchio Red Leatherette (Klaudia Krol Director), secondo me per i long dresses e le giacche modello giocatore di basket ma con stampe fantasia anni 80 in tessuto viscosa.

copertina brick lane
P Green Vintage invece è un negozietto a Brick Lane interessante soprattutto per gli accessori vintage: valigie, borse, cartelle, cappelli a tesa larga, guanti… ma anche per abbigliamento di marca (all’interno si trovano reperti di Ralph Lauren e Burberry) dagli anni 40 agli anni 80, sia maschile che femminile. (per maggiori info).
Non mi aspettate… forse a Brick Lane mi perderò!

Staff
Staff
No Comments

Post a Comment