Top
Un green bar ad Amsterdam - iDesignMe
fade
12941
post-template-default,single,single-post,postid-12941,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Un green bar ad Amsterdam

Un green bar ad Amsterdam

Un bar 100% green nel mezzo di Floraparkweg, ad Amsterdam.
L’idea nasce da Bureau SLA & Overtreders W: l’originalità sta nel fatto che, per la prima volta, ci troviamo di fronte ad un edificio riciclato in ogni minimo dettaglio.

Tutti i materiali utilizzati sono infatti di seconda mano e sono stati acquistati su marktplaats.nl, una piattaforma tedesca dove piccoli imprenditori e privati possono vendere e comprare materiali di seconda mano.

idesignme_Noorderparkkamer9

 

iDesignMe_Bar Amsterdam

Inoltre gli architetti non si sono limitati a progettare il bar, ma si sono occupati in prima persona di tutte le attività collaterali necessarie per la realizzazione del progetto, quali costruzione, fundraising, promozione, etc.

Questo ha fatto sì che il progetto si sia evoluto “passo passo”: man mano che venivano trovati i finanziamenti, venivano selezionati i materiali di riciclo e contemporaneamente riadattati, così come veniva riadattata la struttura stessa.

Nel complesso si tratta di 3 unità che inizialmente erano state adibite ad ospedale temporaneo. Nella prima troviamo il bar e due toilette. Le altre due sono poste sopra la prima e formano una grande terrazza.

idesignme_Noorderparkkamer14
Per evitare atti vandalici notturni, sono state previste delle serrande in legno che ricoprono la struttura in tutte le facciate. Queste sono state bruciate secondo un’antica tecnica giapponese chiamata shou sugi ban, che rende il legno ancora più resistente.

idesignme_Noorderparkkamer8 idesignme_Noorderparkkamer

Cliccate qui se volete maggiori info Archdaily.com

 

Marta
Marta Larese

Mi piacciono il prosecco, il mare, la montagna, i rollerblade, i cartoni animati di quando eravamo piccoli noi, le domeniche senza sveglia e le foto delle vacanze.

No Comments

Post a Comment