Top
Drawing Emotions - iDesignMe
fade
14132
post-template-default,single,single-post,postid-14132,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Design  / Graphics  / Drawing Emotions

Drawing Emotions

Drawing Emotions (DWE) è un progetto di Digital Distillery con cui siamo venuti a conoscenza durante il Digital Festival, e riguarda la possibilità. Spesso i viaggi ed i luoghi vengono narrati tramite immagini vivide di spazi o indirizzi, Drawing Emotions è una possibilità di cambiare prospettiva sulle cose, sulla modalità di esplorare una città, sul cambio legato alla Cultura Green anche grazie alle nuove tecnologie.

iDesignMe01DWE_website_0

Il progetto nasce dall’idea della possibilità di valorizzare un’area o gli elementi naturali che si trovano in essa attraverso la partecipazione attiva delle persone, il coinvolgimento sociale e l’innovazione che parte dal basso, ma in che modo si può prendere parte al cambiamento?

Le Pubbliche Amministrazioni, possono fornire open data riguardanti il Verde e l’Ambiente visto che DWE è una piattaforma che ospita la descrizione e la georeferenziazione dei percorsi Green sia nelle città che nei parchi,  I tour operator così come i cittadini possono usare  DWE come un “Atlante emozionale” per organizzare urban trekking, gite, viaggi basati su olfatto, tocco, gusto, vista, esperienze legate al respiro.

iDesignMe_DrawingEmotions

I cittadini possono giocare un ruolo attivo, registrando le loro percezioni e caricando i propri contributi utilizzando gli “Elementi emozionali” presenti nel Verde pubblico e privato. E’ possibile inoltre condividere i propri percorsi nella città o gli spazi verdi e raccontare i propri luoghi preferiti.

Il progetto fornisce quindi servizi utili sia ai turisti che a chi è abita quelli spazi.

Gusto, Tatto, Udito, Vista ed Olfatto diventano quindi dei mezzi per raccontare la città e la nostra vita: interessante no?

 

Serena
Serena

<p>Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente… design!</p>

No Comments

Post a Comment