Top
Sleeve di recupero - iDesignMe
fade
9457
post-template-default,single,single-post,postid-9457,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Sleeve di recupero

Sleeve di recupero

Con l’avvento dei laptop sempre più piccoli, sottili e leggeri, si sono sviluppati anche tutti quegli articoli che girano attorno a questo piccolo mondo. Non è una novità che in nome della massima portabilità e della connessione in ogni angolo del pianeta per non rimanere mai fuori dal mondo, sono entrati nel mercato cover e quant’ altro ci permetta di proteggere i nostri dispositivi.

Da qualche anno sono diventati ormai un segno distintivo e di tendenza al punto che esistono negozi che vendono esclusivamente cover all’ultima moda che devono esprimere la personalità dell’utilizzatore.


Da molto tempo se ne trovano in commercio di infinite dimensioni, fantasie, materiali e fattezze; ci sono quelle con le orecchie da coniglio (?) o interamente rivestite di paiette per le ragazze che sfidano il buongusto, da quelle che richiamano la cultura orientale del furoshiki, a quelle che sembrano delle buste per le spedizioni.

Oltre a questo fenomeno anche quello del riuso è in fortissima espansione, ne abbiamo sempre parlato e ne parleremo ancora di più in futuro ne sono certo.

Prima

giacca prima

Dopo

Sleeve di recupero

Dall’ unione di queste tendenze, nasce l’idea pratica e carina di Jasmine Costiglio che da una vecchia giacca di lana si ricava una “copertina” per il computer portatile e la cosa fondamentale, è che spiega a tutti come farla!

Se un giorno deciderete di farvene una da voi, è inutile dirlo, avrete l’unicità del prodotto che nasce da un vostro stesso oggetto, portando con se anche una dimensione affettiva.

Spesso sottovalutati, gli aspetti intangibili degli oggetti che ci circondano, al giorno d’oggi ne caratterizzano e ne giustificano l’esistenza. In un mondo dove praticamente tutto è stato creato è l’aspetto affettivo a differenziarne il valore!

via

 

Fabio Pugliese

Amo il gorgogliare della moka quando sta per uscire il caffè, l’odore del soffritto di mia madre ed il sapore del suo arrosto. Odio gli ignoranti, la minestra di carciofi e la scarsa igiene soprattutto in cucina!

No Comments

Post a Comment