Top
Habitat - iDesignMe
fade
24025
post-template-default,single,single-post,postid-24025,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Habitat

Habitat

Ha aperto Habitat a Treviso domenica 10 aprile, in via Riccati 58/A in zona Duomo, Habitat, il nuovo concept store specializzato in sneakers in edizione limitata che si pone l’obiettivo di diventare punto di riferimento per i veri intenditori e i consumatori più attenti alle tendenze moda.

Lo spazio, dedicato in primis a collezionisti e sneakers-addict, offrirà una continua ricerca per proporre al consumatore prodotti sempre nuovi, con l’intenzione di attivare presto anche i servizi di e-commerce e su richiesta per ordinare specifici modelli limited edition e fuori mercato.

iDesignMe-Vittorio Tomasella

Il suo ideatore è Vittorio Tomasella, 29 anni, italo-brasiliano che già gestisce un’attività nella grande distribuzione, collezionista e grande esperto di sneakers. Una passione nata sin da piccolo che, alimentata dai suoi viaggi intorno al mondo, ha dato vita a una collezione di oltre 250 paia di scarpe, alcune delle quali molto rare. “Nelle grandi capitali, soprattutto New York e Tokyo dove il mercato degli appassionati è più vivace, le sneakers hanno raggiunto giri d’affari da capogiro, basti pensare che tra i collezionisti le cifre si aggirano, in media, dai 400 ai 10.000 euro per un paio, per esempio, delle Nike di “Ritorno al Futuro” del 2011. Grazie a Habitat spero di contribuire a far conoscere al pubblico calzature “da collezione”, altrimenti difficili da reperire” ha commentato Vittorio Tomasella.

iDesignMe-Habitat concept store2

Per Habitat, Vittorio ha selezionato vari modelli, limited edition o premium, tra i maggiori brand internazionali di riferimento per gli appassionati. Lo store sarà tra i pochi e selezionati punti vendita del nord Italia a proporre sneakers per “intenditori” come le Converse limited edition realizzate in collaborazione con designer della moda, come quelle con tessuto Missoni; le Diadora Avio Pack limited edition, che prendono ispirazione dai colori mimetici usati nell’aviazione sovietica e israeliana, o le Made in Italy, prodotte artigianalmente negli stabilimenti di Caerano San Marco; le Huf, marchio californiano che impazza a Los Angeles; le Native, un brand canadese, ancora di nicchia nel nostro Paese, famoso per le sneakers leggerissime prodotte senza l’impiego di materiali di derivazione animale; le Nike rivisitazione delle Air Force One con tecnologia Flyknit, le Onitsuka Tiger Mexico ’66; o, ancora, le Puma disegnate da Rihanna, in arrivo prossimamente, per cui sono già arrivate numerose richieste.

iDesignMe-Habitat sneakers

Ispirati a una sneakers-room metropolitana, gli originali interni del negozio, con pareti pitch-black, logo in neon e mensole illuminate da led colorati per far risaltare le calzature, sono stati realizzati ispirandosi alla cultura “di strada” e agli anni ’80, periodo in cui nasce il mito delle sneakers che, da mero oggetto sportivo, diventano un accessorio imprescindibile nel mondo della moda.

Serena
Serena

Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente... design!

No Comments

Post a Comment