Top
Home Graffiti & the Panic Room - iDesignMe
fade
11143
post-template-default,single,single-post,postid-11143,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Home Graffiti & the Panic Room

Home Graffiti & the Panic Room

Wikipedia ci dice: Il graffitismo (in inglese graffiti o più raramente graffiti writing), è una manifestazione sociale, culturale e artistica diffusa in tutto il pianeta, basata sull’espressione della propria creatività tramite interventi pittorici sul tessuto urbano. Correlato ad essa è l’atto dello scrivere il proprio nome d’arte (tag) diffondendolo come fosse un logo.

Banksy

Oggi sono decine e decine le opere che vediamo, alle quali magari siamo abituati e non prestiamo più attenzione.
Conosciuto da tutti e cercato da tutti è sicuramente Banksy.
Ma oltre a lui anche 6emeia, Saber , Michael.jh e molti altri.

michael.jh

Viaggiamo, visitiamo città, e andiamo alla ricerca della foto ricordo più assurda, in quella via, in quell’angolo, con quell’immagine.

E ce la vogliamo portare a casa..
E diventa una moda.

Sempre più comune è infatti la tendenza di rimpiazzare il quadro con una vera opera su tutta la parete, di qualsiasi tipo in base ai gusti, con immagini che si legano con qualsiasi tipo di ambiente, da una casa rustica ad una più moderna.

HouseGraffiti_5

HouseGraffiti_4

HouseGraffiti_3

 

HouseGraffiti

E diventa una tendenza anche in albergo!
Proprio come Serena vi ha anticipato con il suo articolo sulla Panic Room di Tilt

PanicRoom_3

 

 

 

 

Marta
Marta Larese

Mi piacciono il prosecco, il mare, la montagna, i rollerblade, i cartoni animati di quando eravamo piccoli noi, le domeniche senza sveglia e le foto delle vacanze.

No Comments

Post a Comment