Top
Fujiya Ginzan Hotel: tradizione e umiltà - iDesignMe
fade
19045
post-template-default,single,single-post,postid-19045,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Architecture  / Fujiya Ginzan Hotel: tradizione e umiltà

Fujiya Ginzan Hotel: tradizione e umiltà

Vi andrebbe una gitarella al volo in Giappone? Non potete dire di no, vi porto in un albergo spettacolare: il Fujiya Ginzan Hotel, di Kengo Kuma! L’approccio di questo architetto è sempre stato in controtendenza, rispetto a quello dei suoi colleghi e compatrioti amanti dell’high tech. Nelle sue opere il rapporto con il contesto è essenziale e ovviamente non può prescindere da un’accurata conoscenza e rielaborazione della tradizione locale. In questo edificio si percepisce pienamente il legame con la cultura giapponese. Gli ambienti sono essenziali, quasi scarni, ma estremamente  espressivi, molto intensi, scolpiti dalla luce.

Per quanto riguarda i materiali, mi limiterò a citarvi le sue parole “Il calcestruzzo ci fa dimenticare i limiti e fraintendere il senso della scala. Pensiamo di poter fare di tutto. Il calcestruzzo ci rende arroganti. Il legno, come progettisti, ci fa umili. C’è una grande differenza”.

Staff
Staff
No Comments

Post a Comment