Top
Nendo Camper concept stores - iDesignMe
fade
15147
post-template-default,single,single-post,postid-15147,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Design  / Interior  / Nendo Camper concept stores

Nendo Camper concept stores

Lo studio giapponese Nendo ha ultimato il concept per i nuovi negozi di Madrid e New York del brand Camper, seguendo il claim “scarpe che camminano liberamente a mezz’aria”. Il progetto è nato a partire dai negozi già aperti ad Osaka, Parigi, San Francisco e Mosca.

iDesignMe_nendo camper_2 iDesignMe_nendo camper_1

 

iDesignMe_nendo camper_5

La sfida principale era affrontare uno spazio molto ampio in altezza, senza distrarre però dalla linea di scarpe all’interno del negozio: il problema è stato risolto utilizzando un calco in resina del popolare modello Pelota della azienda. Le pareti sono state completamente rivestite, da soffitto a pavimento, con i calchi in resina bianchi, che decorano ma mantenendo in gran risalto il tradizionale bancone rosso e i modelli nuovi.

Le scarpe riempiono lo spazio con i volumi che donano all’ambiente un effetto tridimensionale essendo del medesimo colore delle pareti.

iDesignMe_nendo camper_3 iDesignMe_nendo camper_4

iDesignMe_nendo camper_6

I vivaci colori dei nuovi modelli spiccano nell’ambiente candido e perfettamente ordinato.  Le scarpe catturano la luce, attraverso le vetrine incrementando l’effetto tridimensionale, come se fossero una texture in 3D che riveste lo spazio e lo arricchisce trasformando il prodotto venduto all’interno dello spazio, sia in prodotto che in oggetto di design.

Un ambiente ricco ma semplice, candido e sempre sulle note del grande studio di architettura, che progetto dopo progetto si dimostra uno dei più grandi attualmente.

Via Designboom

Serena
Serena

<p>Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente… design!</p>

Post a Comment