Top
Tiffany's winter windows 2012 - iDesignMe
fade
7734
post-template-default,single,single-post,postid-7734,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Design  / Graphics  / Advertisement  / Tiffany’s winter windows 2012

Tiffany’s winter windows 2012

Ricordate la famosissima scena di quel film in cui Audrey Hepburn, nei panni di Holly Golightly, assaporava dei dolcetti danesi sognando davanti alla vetrina di una gioielleria di una New York mattiniera quasi deserta?


Quella gioielleria è proprio il flagship store di Tiffany & Co., che quest’anno, come ogni anno, in vista del Natale ha allestito le sue vetrine in una maniera così delicata e particolare da far sognare tutte le donne.

Sarà la neve, o quel classico colore tra l’azzurro e il verde acqua (color Tiffany), o i richiami velati (ma neanche tanto) a principi e principesse…o magari saranno più realisticamente i gioielli, i diamanti e gli “sbrilluccichii” vari…fatto sta che queste vetrine hanno il potere di ipnotizzare ogni donna, regalando a ciascuna un piccolo sogno ad occhi aperti!

E pensare che si tratta di vetrine piuttosto piccole, che hanno richiesto un notevole lavoro di precisione per ottenere delle miniature così belle e particolari: per farsi un’idea della grandezza reale basti fare una proporzione fra i gioielli contenuti all’interno e il resto della scenografia. Impressionante!!

Non c’è da stupirsi se ogni bimba, ragazza o donna al mondo desidererebbe poter indossare un gioiello di Tiffany…non si tratta solo di un marchio, ma di un’esperienza: Tiffany è la realizzazione di un piccolo sogno!

Perciò uomini, se a Natale non sapete ancora cosa regalare…questa è un’ottima idea! Del resto si sa: “diamonds are a girl’s best friend”! Andrete sul sicuro!

Staff
Staff
No Comments

Post a Comment