Top
The Treehotel: The Mirrorcube - iDesignMe
fade
11336
post-template-default,single,single-post,postid-11336,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

The Treehotel: The Mirrorcube

The Treehotel: The Mirrorcube

Una stanza su un albero, a forma di cubo, camuffata da pareti specchiaet riflettenti lunghe 4 metri e sorretta da una base in alluminio. Questo è il concept dell’hotel The Mirrorcube.

Il risultato è un tutt’uno con la natura. E l’amore per la natura e per le sue creature è anche dato dal fatto che,  per evitare che gli uccelli non vedano la struttura e si schiantino su di essa, le pareti specchiate sono state rivestite da una speciale pellicola che le rende invisibili dall’occhio umano, ma visibili dagli animali.

MirrorCube1

MirrorCube4

Gli interni delle stanze sono realizzati interamente in legno riciclato, e l’atmosfera candida e rigida è interrotta solamente dal tronco dell’albero che attraversa la stanza e permette all’intera struttura di rimanere sospesa.  Inoltre, le 6 finestre offrono una vista a dir poco spettacolare e a 360°. La luce fresca che penetra all’interno della stanza genera una illuminazione generale decisamente naturale.

Il Mirrorcube offre il massimo comfort in un minimo spazio: letto matrimoniale, bagno, zona relax e terrazza sul tetto, il tutto godendo della splendida natura svedese.  Tutti gli arredi sono stati realizzati su misura e/o sono stati accuratamente selezionati dagli architetti al fine di completare la stanza ed offrire ai clienti tutti i servizi di cui potessero necessitare.

MirrorCube6

887_mirror_cube_interior_2a 332_plan_mirrorcube1_big

Cliccate Treehotel per maggiori info.

Marta
Marta Larese

Mi piacciono il prosecco, il mare, la montagna, i rollerblade, i cartoni animati di quando eravamo piccoli noi, le domeniche senza sveglia e le foto delle vacanze.

No Comments

Post a Comment