Top
Analog memory desk - iDesignMe
fade
14658
post-template-default,single,single-post,postid-14658,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Design  / Furnishing  / Analog memory desk

Analog memory desk

Il tratto su un foglio è la base di ogni tipo di progettazione dalla moda all’arte, dagli interni al product ancora alla scrittura, spesso nella nuova vita digitale, ora come ora,  si abbandona o comunque non si conferisce la dovuta attenzione  proprio al gesto da cui dovrebbe partire tutto.
iDesignMe_ANALOG MEMORY DESK_3 iDesignMe_ANALOG MEMORY DESK_4
Kirsten Camara con il suo progetto rompe gli automatismi nati negli ultimi anni e propone un nuovo o vecchio metodo di approcciare allo stile ed alla progettazione: Analog Memory è una boccata d’aria fresca in netta controtendenza: la scrivania creata dalla designer americana è una soluzione particolare ed affascinante, in quanto il top della scrivania viene rivestito da un foglio di carta, che può essere continuamente sostituito tramite i rotoli che stanno ai lati.
Come suggerisce il nome, Analog Memory ossia memoria analogica è una soluzione smart per scoprire nuovamente tutta una serie di azioni che negli anni sono divenute sempre meno frequenti, come lo scrivere a mano e il disegno su carta.
iDesignMe_ANALOG MEMORY DESK_1 iDesignMe_ANALOG MEMORY DESK_2
Una struttura essenziale in legno di acero, una scrivania comoda ed un enorme quantità di carta che tramite un rullo è sempre fresca e pronta per accogliere i nostri pensieri e le nostre idee: 1000 metri di carta su cui poter esprimere tutta la creatività.. o annotare un numero di telefono.

Via Kristen Camara

Serena
Serena

<p>Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente… design!</p>

No Comments

Post a Comment