Top
Tomons: una luce nordica - iDesignMe
fade
24621
post-template-default,single,single-post,postid-24621,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Tomons: una luce nordica

Tomons: una luce nordica

Amo lavorare la sera, la notte. Quando tutti finiscono la giornata lavorativa io ne inizio un’altra, fatta di creatività, passione e relax. I fattori che influenzano una serata di lavoro come dico io sono fondamentalmente 3: la musica, il drink e soprattutto la luce.
In questo momento sto lavorando ascoltando Ike and Tina Turner, sulla mia scrivania c’è un Calypso Sun (rum ambrato, succo d’ananas, succo d’arancia, sciroppo di cocco) e la mia scrivania è illuminata da Tomons, una lampada dalle linee nordiche e materiali naturali di cui mi son innamorata.
Tomons, una lampada solida ma esile nelle forme, che arriva nelle vostre mani in 4 parti: 3 viti a farfalla, 3 rondelle, il basamento e il cavo di alimentazione in nylon che passa attraverso 2 strutture in legno giungendo sino al cappello. Una da montare in un lampo e che in pochi semplici passi è già pronta per l’utilizzo.

iDesignMe-Tomons-05 copia

 

Ciò che mi ha ammaliato immediatamente di Tomons è la linearità. Pochi elementi ben congegnati, 3 tonalità disponibili (bianca, nera e latte e menta), ma soprattutto il fatto che sia regolabile ed orientabile e possa adattarsi a diverse necessità. Ho già usato la sua luce come spotlight per delle foto, come illuminazione circostanziale per il mio salotto e anche come luce di supporto in uno shooting.
Tutte queste caratteristiche stupiscono ancora di più se accostate al prezzo. Circa 33€ per una lampada davvero interessante. Fino al 30 Luglio potete acquistarne anche voi ad un prezzo speciale inserendo il codice sconto del 15% (PF969ITP) direttamente su Amazon!
Photograph © by Alessandra Maraschio

Serena
Serena

Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente... design!

No Comments

Post a Comment