Top
Black Celebration - iDesignMe
fade
18664
post-template-default,single,single-post,postid-18664,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
iDesignMe / Food  / Black Celebration

Black Celebration

“Black Celebration” è il nuovo progetto, gastronomico e non solo, della Multitasking Chef Stefania Corrado.

La base nasce dall’idea di unire tre arti al fine di creare un progetto coerente ed omogeneo da parte della eclettica chef torinese. Ad ispirare questa serie di 15 fotografie a tema nero è l’album dei Depeche Mode “Black Celebration”.

Ovviamente le ricette sono preparate con ingredienti rigorosamente scuri e fotografate accrescendo il naturale contrasto con forti tonalismi che oscillano fra luci e ombre, “in una celebrazione del nero su nero che esalta le texture offerte da ogni piatto” dice la chef.

Dopo un primo assaggio del progetto, la realizzazione del piatto “Una notte, dal mare” durante la manifestazione milanese Christmas Food Village, “Black Celebration” prenderà vita sul sito stefaniacorrado.it e proseguirà con una serie di eventi e cene a tema.

Fra le idee della Multitasking Chef c’è anche quella di approfondire lo studio e la preparazione delle pietanze in nero con un progetto editoriale dedicato.

Ad affiancare Stefania in questo mix di arte e sapori è il fotografo di food e still life Marco Varoli, autore degli scatti.

L’appuntamento con la ‘Black Celebration’ durante la Milano Design Week: il prossimo venerdì 11 aprile alle 18.00, Stefania Corrado sarà ai fornelli in uno showcooking alla Food Genius Academy di via Col di Lana 8.

iDesignMe-BlackCelebration-StefaniaCorrado

I piatti di Black Celebration sono 15: 

Black Celebration: Una notte, dal mare. ‘Una notte, dal mare’ è il nome evocativo per un risotto che mi riporta alle origini: le notti dei pescatori e i riflessi del mare della Puglia… il ‘notturno’ non è solo una forma musicale, è uno stato d’animo che può prendere vita anche in cucina. Suggestioni, toni scuri e profondi. Un riso al nero di seppia, limone, burrata, ricciola e cialda alle olive nere pugliesi (quelle che la mia nonna mi friggeva e io mangiavo dal sacchetto del pane).”

The Sun And The Moon And The Stars: Black Rocher. Caprino, mirtillo, salsa di mirtillo e semi di sesamo tostato.

Dressed in Black. Gambero Rosso di Sicilia, ceci neri delle Murge Foggiane e alga Nori

Enjoy The Silence. Ravioli al nero, anatra, crema di peperoni neri olandesi e cannella 

I Feel You. Spaghettoni al nero, quinoa nera aglio oilio e peperoncino, salsa al  pane di Matera

Monument. Fegato di vitello confit, marmellata di cipolla di Tropea all’aceto balsamico e funghi Shiitake

My Secret Garden. Tagliolini al nero freddi, insalata di nervetti e salsa di prezzemolo 

Photographic. Uovo di quaglia, crottin de Chévre, tartufo nero

Sea of Sin. Merluzzo, patate, uva di Corinto e sedano rapa 

Shine. Trippa, fagioli neri e alga Kombu 

Sweetest Perfection. Foresta nera

Vi racconteremo meglio di Stefania lunedì nel nostro Healthy Monday!

Serena
Serena

<p>Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente… design!</p>

Post a Comment