Top
#secretIngredient di Electrolux
fade
21521
post-template-default,single,single-post,postid-21521,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Vi sveliamo il #SecretIngredient di Electrolux

Vi sveliamo il #SecretIngredient di Electrolux

Chi di voi ci segue sui social non ha potuto non notare che la scorsa settimana siamo stati al Taste di Milano, manifestazione enogastronomica che racconta cosa sta succedendo dietro le quinte di alcuni dei ristoranti Italiani di trends, abbiamo avuto così modo di scoprire e svelarvi oggi il #SecretIngredient di Electrolux. Il mondo del food, decisamente sotto i riflettori quest’anno è in piena evoluzione e il noto brand di grandi e piccoli elettrodomestici riesce ad interpretare i movimenti in maniera eccellente, creando prodotti tecnologicamente all’avanguardia in grado di sopperire alle necessità sia di grandi chef che di amatori aspiranti tali.

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-1

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-sottovuoto

Il vero #SecretIngredient secondo me è proprio quello, la tecnologia: una planetaria con luce led interna che permette di vedere al meglio la lavorazione dell’impasto senza riscaldarlo e quindi alternare consistenze e sapori; piani ad induzione, le cui temperature aumentano in modo graduale evitando bruschi sbalzi quando non richiesti; macchine per il sottovuoto, che mantenendo i liquidi lasciano intatte le proprietà organolettiche dei cibi e forni a vapore che portano e risparmiare tempi e costi per realizzare ricette gustose e con quel pizzico di creatività che tanto piace a noi di iDesignMe.

Electrolux è riuscito a trasformare tecnologie utilizzate principalmente in cucine professionali in elementi perfetti anche per noi, foodie amanti dei sapori e degli accostamenti particolari che ci vogliamo cimentare in modo semi professionale alla cucina.

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-planetaria-movimento

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-planetaria-led

Sono rimasta ammaliata dalla ricetta di Piergiorgio Siverio, chef che inserisce nei suoi piatti elementi della tradizione veneta mixandoli con tecnologie e tecniche nuove: durante lo showcooking ha realizzato una insalata con marshmallow di carote, sorbetto all’ortica, gelato al sambuco e alle bucce di pisello, pomodorini, ciliegie e fragole cotte separatamente sottovuoto in forno a vapore.

Lascio giudicare il lato estetico del piatto anche a voi, un tripudio di colori e dal punto di vista dei sapori direi letteralmente irresistibile. Ogni elemento ha mantenuto la sua unicità, la cottura sottovuoto al forno a vapore Electrolux, ha permesso di rispettare consistenze e colori, le fragole al basilico, anche assaggiate da sole erano una prelibatezza incredibile.

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-vapore

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-componenti

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-preparazione

iDesignMe-Electrolux-Taste-Milano-2015-food

Durante questi due giorni al taste abbiamo avuto modo di testare con mano anche i prodotti Electrolux, vedendone le alte prestazioni, la facilità di utilizzo, ed alcuni piccoli accorgimenti tipici di chi tratta un prodotto con un grande know how: nella planetaria oltre all’illuminazione a led, i programmi vengono variati in modo fluido, senza far subire scatti agli impasti e quindi alterarli, così come i fuochi ad induzione presentano 3 zone di calore differenziate, risolvendo la necessità dei cambi di calore in un unico gesto, spostando la pentola da uno ad un altro.

Oggi vi ho svelato l’ingrediente segreto di Electrolux… e il vostro qual è?

Serena
Serena

Grammar nazi diplomata al liceo classico, laureata in interior design ed appassionata di food, web ed ovviamente... design!

No Comments

Post a Comment